Home Netlive-Server su VirtualBox
Netlive Server su VirtualBox PDF Stampa E-mail
Scritto da ezio   
Mercoledì 18 Novembre 2009 08:20

 

Netlive-Server  per VirtualBox  (3.8GB)

N.B.: per motivi di dimensioni scaricabili dal sito (max 2.0GB) abbiamo dovuto dividere il file in due parti con "split" :

una volta scaricate le due parti dell'immagine Hard Disk come specificato nella sezione download, il file originale "netlive-server.vdi" viene ricomposto con:

cat  netlive-server.vdi.*  >  netlive-server.vdi

ATTENZIONE: nella cartella dove viene dato questo comando ci devono essere solo i file I°parte e II°parte, altrimenti inserisce anche i file md5sum e il file destinazione risulta naturalmente con md5sum errato.

e alla fine deve avere il seguente md5sum:

per tutte le distribuzioni:

login: user                password: user

login: root                  password: netlive

 

Come utilizzare netlive-server.vdi

 

una volta ricomposto il file netlive-server.vdi (3,7GB) e controllato con md5sum:

  1. copiare  netlive-server.vdi nella cartella:
  2. .VirtualBox/HardDisks/
  3. cambiare l' utente e il gruppoal file (utente che utilizza VirtualBox)
  4. creare una nuova macchina Linux / Debian
  5. in Impostazioni/Rete selezionare "Scheda con bridge" e il nome device (eth0/eth1 altrimenti il server virtuale non viene visto dalla rete)
  6. quando viene chiesto il disco fisso specificare "Usa disco fisso esistente"
  7. con il Gestore supporti virtuali scegliere "Aggiungi"
  8. selezionare "netlive-server.vdi" completare ed avviare

con:

login: root

password: netlive

in:
/etc/udev/rules.d/
cercare il file:
70-persistent-net.rules
e cancellare tutte le righe non commentate, riavviare e il server si configurerà con:

ip: 192.168.0.16
gw: 192.168.0.254


pronto per far avviare i client da lan con boot pxe.

-N.B: nella rete DEVE esserci un gateway 192.168.0.254 altrimenti si producono latenze all'avvio che dilatano i tempi di boot rendendo inutilizzabile il server. Se non è disponibile consigliamo di avviare, anche nella stessa Virtualbox che ospita Netlive-Server, una macchina virtuale con un router, es. Endian-Firewall, configurato con 192.168.0.254 verso la rete dell'aula e l'interfaccia red con un ip della rete ospite.

Qui è possibile scaricare un'immagine per VirtualBox, con Endian-Firewall, configurato per essere usato con Netlive-Server. Dato che è configurato in sola modalità testo ed è amministrato tramite browser all'indirizzo 192.168.0.254, richiede soltanto 256 MB di ram per la nuova macchina virtuale e può essere avviato nella stesso host usato per Netlive-Server, oppure un pc dedicato allo scopo se la ram dell'host non lo permette:

 

Non è consigliabile cambiare subito l'ip del server fino che non si è capito bene tutti i file di configurazione per nfs e dhcp, se ci sono dei problemi di conflitto ip con la rete esistente inserire un router per la sottorete dell'aula.

il dominio preconfigurato è
dc=linuxnetlive,dc=org

 

Come gestire gli utenti in Netlive-Server con OpenLdap

 

Gli utenti di esempio inseriti si possono vedere con
# slapcat

Gli utenti vengono gestiti principalmente tramite gli script di Marco si installano in Netlive-Server con il seguente archivio:

http://www.linuxnetlive.org/public/ netLive_ldapKit.tar.bz2

dopo averlo scaricato in / si installa con:

# tar xjvfpP  netLive_ldapKit.tar.bz2

avremo così a disposizione i seguenti comandi:

 

  • gestioneUtenti -add [file_utenti.txt] (di default anche senza usare -add)
  • gestioneUtenti -del [file_utenti.txt]

 

Il file file_utenti.txt deve contenere solo questi tre campi separati dal .(punto) per ogni riga:

Cognome.Nome.classexx

  • non ci devono essere altri punti nella riga;
  • non ha importanza maiuscole, minusole o apostrofi, il tutto verrà formattato in minuscolo;
  • il login dell'utente verrà formato da:  cognome_nome
  • la password iniziale sarà: nome
  • la password potrà essere cambiata con passLdap [utente] [nuova_password]

in /var/ldif trovate un file "utenti.txt" di esempio con alcuni utenti inseriti, il comando gestioneUtenti deve essere lanciato nella directory dove si trova il file oppure con il suo percorso relativo.

 

Gestione utenti con PhpLdapAdmin

 

Inoltre la gestione degli utenti, dato che il server ha l'ambiente LAMP installato e configurato, può essere fatta via web da qualsiasi postazione della rete puntando il browser a:

http://ip_server/phpldapadmin/    (nel caso nostro caso http://192.168.0.16/phpldapadmin/)

vi verrà proposta l'autenticazione con:

login = cn=admin,dc=linuxnetlive,dc=org

password = password

 

Installazione su Hard Disk dall'immagine VirtualBox

 

Se la soluzione proposta risponde alle esigenze dell'aula si può trasferire tutto su un server dell'aula con questa procedura, anche se naturalmente la procedura consigliata è sicuramente quella di installare un server da zero con tutti i servizi necessari per un server LTSP:


- nel server nuovo, con /dev/hda1 formattato ext3 e /dev/hda2 con una swap di almeno 1GB, connesso in rete con la VM (ip 192.168.0.16 della VM), con una live si deve montare /dev/hda1(o /sda1 se il sistema lo vede come sda1)

# mount /dev/hda1 /mnt/hda1;

con
# rsync -av  / /mnt/hda1 --exclude /dev --exclude /proc --exclude /sys --exclude /mnt --exclude /live --exclude /cdrom

il filesystem viene clonato su /mnt/hda1;

per finire i seguenti comandi:

# mkdir /mnt/hda1/dev

# mkdir /mnt/hda1/proc

# mkdir /mnt/hda1/sys

# mkdir /mnt/hda1/mnt

ora dobbiamo creare la dir con la nostra distribuzione da esportare:

# mkdir /mnt/hda1/live

# mkdir /mnt/hda1/live/image

# mkdir /mnt/hda1/live/image/export

e in questa copiare il contenuto della dir  /live/image/export/ dal dvd

 

e, se volessimo esportare un'immagine diversa o aggiornata?

Niente di più semplice, basta:

  • sostituire il file .squashfs nella /live/image/export/live/   (Att. qui deve trovarsi SOLO 1 file .squashfs altrimenti le immagini vengono sovrapposte)
  • sostituire i file initrd.img e vmlinuz in /tftboot/

 

Infine installando grub (che nella /boot del DVD  è configurato per root (hd0,0)) con:

#grub

grub> root (hd0,0)

grub> setup (hd0)

grub> quit

 

In alcune situazioni abbiamo visto che grub dà errore: "stage1 exists... no", pur essendo nella dir /boot/grub/, oppure "/boot/grub/stage1 not read correctly"
Errori tra l'altro segnalati in rete anche con clonezilla.

In questi casi si può risolvere con l'avvio da una live:

# mkdir /mnt/hda1 (o /mnt/sda1 se la partizione con Netlive-Server è in sda1)
# mount /dev/hda1 /mnt/hda1
# grub-install --recheck --root-directory=/mnt/hda1 /dev/hda  (o /dev/sda se il disco da avviare con Netlive-Server è sda )

(N.B.: questi comandi sono per debian, es ubuntu usa -recheck -root-directory=  ...verificare! )


se ancora grub si rifiuta di partire, è successo ancora, abbiamo risolto con Super-Grub installato su una usb:

http://www.supergrubdisk.org/index.php?pid=7

in pratica si copia la /boot che si trova nel file scaricato in una piccola pen-drive avviabile da boot, c'é anche sul sito un'immagine per floppy e per cdrom, poi si avvia nel pc con Netlive-Server e seguendo alcuni semplici passi proposti da Super-Grub grub si installa correttamente sull'hd.
Se ancora grub ritorna "GRUB Errore 2" (capitato anche questo) si deve ripetere il passaggio con la live.

In questo modo Netlive-Server è installato sull' hd pronto per distribuire Netlive, SoDiLinux, LinuxMint-ITA-edu, ecc.

Eventuali feedback saranno particolarmente apprezzati, THX.

Buonlavoro!

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Agosto 2018 09:46
 
Copyright © 2018 . Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.